Certificato revisione auto 2019: Tutte le novità

Dal prossimo 31 marzo 2019 entra in vigore il Nuovo certificato di revisione 2019.

La novità più importante riguarda l’inserimento del chilometraggio, secondo una direttiva dell’Unione Europea, votata a tutelare i consumatori contro i casi di frode nella compravendita di veicoli usati (ridurre o aumentare il chilometraggio infatti influisce sul prezzo finale dell’auto).

In sede di revisione, il personale tecnico autorizzato, dovrà annotare l’esito dei controlli effettuati, ivi compresi i chilometri percorsi dall’auto. Tutti i dati della revisione confluiranno poi nel “Documento Unico” visualizzabile direttamente sul  Portale dell’Automobilista  da chiunque e in tempo reale.

Questo certificato (sempre secondo la direttiva Europea) conterrà una serie di dati standardizzati quali:

* Numero di identificazione del veicolo;

* Targa del veicolo e simbolo dello Stato di immatricolazione;

* Luogo e data di revisione;

* Lettura del contachilometri al momento del controllo;

* Categoria del veicolo;

* Carenze individuate e livello di gravità;

* Risultato del controllo tecnico;

* Data del successivo controllo tecnico o scadenza del certificato di

revisione;

* Nome di chi ha provveduto ad espletare le verifiche, firma o dati

identificativi dell’ispettore responsabile del controllo;

* Altre informazioni.

Sarà compito degli stati membri  vigilare sulla correttezza delle officine autorizzate alla revisione.

Nessun cambiamento sulla scadenza delle revisioni che rimane ogni due anni per le auto usate, mentre per quelle nuove, dopo quattro anni la prima volta e poi successivamente ogni due.

Borgogomme Revisioni