Spesso, quando riceviamo telefonate dove ci viene richiesto l’appuntamento per verificare la convergenza, ci accorgiamo che, per il cliente, la differenza tra convergenza, campanatura e bilanciatura non è proprio chiara; per questo, quando vengono lamentati problemi di “vettura che tira da una parte”, “gomme consumate solo da un lato, “mi vibra il volante”prendiamo un appuntamento per una iniziale verifica visiva e un confronto con il cliente, per capire meglio qual’èil problema percepito e, insieme a lui, facciamo le verifiche del caso.
Se la bilanciatura è un’operazione eseguita sul complesso ruota, ovvero, cerchio + pneumatico e serve a correggere squilibri di natura dinamica e va verificata in caso di vibrazioni, la campanatura e la convergenza sono operazioni eseguite agendo sui tiranti dello sterzo per ripristinarne la geometria.

La campanatura è  l’angolo di inclinazione delle ruote rispetto alla verticale su cui poggiano, anche Camber.
Serve per far appoggiare uniformemente la maggior parte di battistrada durante la guida.
E’ correlata con il bilanciamento dei pesi.
Non è sempre fissa come noi la impostiamo, ma cambia con il trasferimento del peso sulle molle e se vi sono pesi aggiuntivi.

Convergenza

La convergenza è  l’angolo che si forma tra la ruota e l’asse longitudinale del veicolo. Osservando l’ auto dall’ alto avremo una convergenza positiva o chiusa quando la parte anteriore delle ruote sono rivolte verso l’ interno, negativa o aperta (detta anche divergenza) quando la parte anteriore è rivolta verso l’ esterno.
Notiamo subito come la convergenza al contrario della campanatura sia positiva se rivolta verso l’ interno dell’ auto, per non fare confusione noi useremo i termini convergenza e divergenza.
Ha influenza in rettilineo, nell’ usura dei pneumatici (è la regolazione che incide di più ), nell’inserimento in curva e nella stabilità dell’auto nella curva stessa.
Non è fissa come noi la impostiamo, ma cambia durante la guida

Le macchine di serie in genere vengono prodotte con una convergenza chiusa perchè migliore in termini di sicurezza (maggior controllo in accellerazione, + stabilità), poichè quel classico sottosterzo non è diffcile da gestire.
Nelle auto A/P  meglio usare una lieve divergenza anteriore e un angolo di convergenza più acuto quanto maggiore è la potenza dell’ auto, così da controbilanciare la tendenza al sovrasterzo.
Nelle auto 4×4 meglio usare una convergenza anteriore e divergenza posteriore per ridurre il sottosterzo.
Le operazioni sopra descritte, sono eseguibili nel caso non siano presenti problemi a carico delle testine o dei bracci oscillanti o di qualsiasi altra componente relativa al complesso “sterzo, tiranteria”: in quel caso, verrà fatta una diagnosi di riparazione con relativo preventivo ma, non si procederà alla regolazione della convergenza o della campanatura poiché sarebbero soldi sprecati. La regolazione viene eseguita, quando in presenza di usure importanti e pneumatici esauriti, al montaggio degli pneumatici nuovi.